Poesie sulle donne

Nuovi autori:

Poesie sulle donne
a tema:

Speciali sulle donne:

Autori piu' pubblicati:


Archivio poesie:

Gli autori:

Il coraggio di una donna violentata

sergio garbellini

Una donna tutta sola
sulla spiaggia in riva al mare
sta pensando a quel vigliacco
che la stava a violentare.

Una scena maledetta
che non può dimenticare
avvenuta tra i cespugli ...
non faceva che gridare ...

Sta cercando, soprattutto,
di potersi ricordare
un qualcosa d’importante
o di un ... particolare ...,

d’improvviso, con lo sguardo,
sempre fisso verso il mare
ha intravisto quella scena
che le ha fatto richiamare

alla mente un tatuaggio,
un disegno singolare
lungo il collo di quel bruto
che l’ha fatta ridestare!

Ora appare anche la faccia
di quel mostro da impiccare,
piano piano, con pazienza,
incomincia a rammentare

e seppure con dolore
cerca di rievocare
ogni minima sequenza
di quell’atto da abrogare!

E si spreme le meningi,
perché sa che deve fare
una analisi completa
per doversi presentare

in questura con qualcosa
per poter far catturare
quel brutale delinquente
che l’ha fatta tormentare!

Ora vede tutto chiaro,
non si deve vergognare,
deve solo aver la forza
di poterlo raccontare.

E’ davanti ai poliziotti,
incomincia a controllare
ogni foto di quei mostri
per potersi vendicare!

Li sfogliava, ... ma d’un tratto,
con stupore, prese a urlare
nel vedere quella faccia
che non può dimenticare!

Era lui lo stupratore,
ora è pronta a denunciare,
il verbale è già redatto ...
non le resta che firmare!

Fu ben presto catturato ...,
ora è in cella ad aspettare
la sentenza giudiziale
per poterlo incriminare!

Condannato a cinque anni
per lo stupro, da scontare
dentro il carcere romano,
è la pena da espiare!

...La ragazza nel frattempo
ha ripreso a lavorare
con il cuore più tranquillo ...,
...ora vuol dimenticare!
......

Ogni donna ha il dovere
di recarsi a denunciare
ogni minima violenza ...!
Deve farsi ... rispettare!

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 28/04/17 | 196 letture

Nota dell'autore:

«L'orgoglio di una donna ferita trasmette sensazioni vendicative per una giustizia penale. La protagonista non si è persa d'animo, ma passato il primo impatto con la realtà e seppure in preda alla tremenda scena ancora di fresca memoria, cerca disperatamente un piccolo segno di riconoscimento per poterlo fare arrestare. Pian piano nei meandri della memoria riaffiora qualche particolare oscurato dalla paura e in breve ritrova se stessa con la volontà di rendere giustizia a tante donne violentate. Una donna per dovere e per giustizia personale deve sempre recarsi a denunciare lo stupro.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 220 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Le donne sono il sole della vita (23/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Il mesto rimpianto di una donna delusa (12/06/17)

Una proposta:
 
Queste nostre belle e sacrosante donne (05/06/17)

La poesia più letta:
 
L'età delle donne (... è top- secret) (14/03/13, 4333 letture)


  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

220 poesie sulle donne:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!




Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie sulle donne più recenti
nel sito: